TIRANNIDE indistintamente appellare si debbe ogni qualunque governo, in cui chi è preposto alla esecuzion delle leggi, può farle, distruggerle, infrangerle, interpretarle, impedirle, sospenderle; od anche soltanto deluderle, con sicurezza d'impunità. E quindi, o questo infrangi-legge sia ereditario, o sia elettivo; usurpatore, o legittimo; buono, o tristo; uno, o molti; a ogni modo, chiunque ha una forza effettiva, che basti a ciò fare, è tiranno; ogni società, che lo ammette, è tirannide; ogni popolo, che lo sopporta, è schiavo.

Vittorio Alfieri
(1790)


martedì 19 agosto 2014

Livorno ricorda Sacco e Vanzetti



Il 23 agosto 1927 Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti venivano uccisi dalla giustizia statunitense. Erano due proletari immigrati a Boston, due militanti anarchici ingiustamente accusati di rapina e di omicidio. Il governo del Massachussetts non si fermò davanti all'evidente innocenza di Sacco e Vanzetti, né davanti alle imponenti mobilitazioni in loro difesa e volle emettere una condanna a morte che fosse un segnale politico durissimo contro ogni tipo di opposizione, in particolare contro gli anarchici.

Nonostante questa ed altre offensive repressive, le idee e le pratiche anarchiche hanno continuato e continuano a diffondersi, alimentate da un'intransigente lotta contro ogni forma di potere e da un inesauribile amore per la libertà.


Giovedì 21 Agosto 2014
presso la Federazione Anarchica Livornese in Via degli Asili 33

ore 20:30 apericena
ore 21:30 proiezione del film Sacco e Vanzetti
di Giuliano Montaldo, 1971, 120'


Federazione Anarchica Livornese