TIRANNIDE indistintamente appellare si debbe ogni qualunque governo, in cui chi è preposto alla esecuzion delle leggi, può farle, distruggerle, infrangerle, interpretarle, impedirle, sospenderle; od anche soltanto deluderle, con sicurezza d'impunità. E quindi, o questo infrangi-legge sia ereditario, o sia elettivo; usurpatore, o legittimo; buono, o tristo; uno, o molti; a ogni modo, chiunque ha una forza effettiva, che basti a ciò fare, è tiranno; ogni società, che lo ammette, è tirannide; ogni popolo, che lo sopporta, è schiavo.

Vittorio Alfieri
(1790)


sabato 13 dicembre 2014

Eva Cantarella sul “Simposio” di Platone



Palazzo Ducale Genova


Nell’ambito delle “Meraviglie filosofiche”, ciclo ideato da Nicla Vassallo, la cui prima edizione si conclude proprio con Platone.

il 16 dicembre alle ore 17.45, al Maggior Consiglio


Lectio di Eva Cantarella sul
“Simposio” di Platone

Chair Nicla Vassallo

Il Simposio (Συμπόσιον) è un celeberrimo dialogo di Platone, che s’immagina svolto durante un banchetto nella casa del poeta Agatone. I partecipanti esprimono opinioni diverse intorno all’amore. Aristofane narra la storia degli esseri androgini, formati dall’unione di uomo e donna; divisi in due da Giove, per difendersi dal loro assalto, essi trascorrono la loro esistenza alla ricerca dell’altra metà, per ricomporsi. Socrate spiega l’amore come impulso al divino, tendenza naturale alla contemplazione dell’Idea, fonte di felicità; amore è un «demone», un intermediario fra gli uomini e gli dei. Alcibiade paragona Socrate e i suoi discorsi alle statue dei sileni, sgradevoli all’esterno, ma riempite dal dio all’interno. Il tema dell’amore viene declinato in diversi modi e l’amore assume diverse configurazioni, poiché non vi è “un solo amore, bensì gradazioni diverse di esso e non tutte consentono la possibilità di aspirare all’amore vero e proprio, alla sua concreta trasparente identità – così si esprime Nicla Vassallo, in attesa di dialogare con Eva Cantarella.

Per l’occasione, ricordiamo il video:



Ingresso libero fino a esaurimento posti

Palazzo Ducale Piazza Matteotti 9 16123 Genova – Italy – tel. 010 8171600