TIRANNIDE indistintamente appellare si debbe ogni qualunque governo, in cui chi è preposto alla esecuzion delle leggi, può farle, distruggerle, infrangerle, interpretarle, impedirle, sospenderle; od anche soltanto deluderle, con sicurezza d'impunità. E quindi, o questo infrangi-legge sia ereditario, o sia elettivo; usurpatore, o legittimo; buono, o tristo; uno, o molti; a ogni modo, chiunque ha una forza effettiva, che basti a ciò fare, è tiranno; ogni società, che lo ammette, è tirannide; ogni popolo, che lo sopporta, è schiavo.

Vittorio Alfieri
(1790)


lunedì 3 ottobre 2016

Ren Wendong, Segni di loto


REN WENDONG
SEGNI DI LOTO

Fondazione Umberto Mastroianni
Castello di Ladislao piazza Caduti dell’aria Arpino
9 ottobre - 13 novembre 2016
Inaugurazione domenica 9 ottobre ore 18,00

Domenica 9 ottobre 2016 ore 18:00 presso il Castello di Ladislao di Arpino, nell’ambito delle iniziative programmate per la Giornata del FAMU, apre al pubblico Ren Wendong. Segni di loto, mostra curata da Loredana Rea, direttore della Fondazione Umberto Mastroianni, che accoglie la più ricca e rappresentativa eredità di uno dei più eclettici e geniali scultori del ‘900 e la memoria di un’intera famiglia di artisti, i Mastroianni.

L’evento aperto fino al 13 novembre 2016, propone una suggestiva selezione di opere dell’artista cinese Ren Wendong, vice direttore del Politecnico di Da Lian e raffinato interprete della tecnica tradizionale della pittura a inchiostro.

Fogli di grandi dimensioni, accolgono i segni di una cultura antica, riportando nella contemporaneità i valori della dottrina Zen, filo tenace che lega sviluppo spirituale e ricerca artistica. Il tema scelto per suggerire la complessità di un percorso d’arte e di vita è la rappresentazione del fiore di loto, che simbolicamente rappresenta la purezza, perché pur nascendo in acque paludose non è da esse macchiato, ma anche l’apertura spirituale, perché esce dall’oscurità per dispiegarsi nella pienezza della luce.

Wendong, seguendo la tradizione, con pochi mezzi – l’inchiostro di china nelle sue infinite sfumature e la carta bianca di riso – costruisce la molteplicità di una dimensione, in cui sprofondare per nutrirsi di emozioni e suggestioni. Sui fogli bianchi, infatti, i segni si animano, guizzando  in ogni direzione, per catturare lo sguardo e condurlo in profondità suggerite con maestria.


Orario:
martedì - sabato  9.30 – 12.30
sabato e domenica  16.00 – 19.00

Informazioni:
Fondazione Umberto Mastroianni
telefono: 0776848105
info@fondazionemastroianni.it
www.fondazionemastroianni.it
facebook Fondazione Umberto Mastroianni