TIRANNIDE indistintamente appellare si debbe ogni qualunque governo, in cui chi è preposto alla esecuzion delle leggi, può farle, distruggerle, infrangerle, interpretarle, impedirle, sospenderle; od anche soltanto deluderle, con sicurezza d'impunità. E quindi, o questo infrangi-legge sia ereditario, o sia elettivo; usurpatore, o legittimo; buono, o tristo; uno, o molti; a ogni modo, chiunque ha una forza effettiva, che basti a ciò fare, è tiranno; ogni società, che lo ammette, è tirannide; ogni popolo, che lo sopporta, è schiavo.

Vittorio Alfieri
(1790)


mercoledì 9 agosto 2017

Mare, colori, misteri nelle storie di Corto Maltese, l'iniziato.




A puntate su La Repubblica un omaggio a Hugo Pratt a cinquant'anni dalla creazione di Corto Maltese. Con lui l'esoterismo entra nel fumetto. In Corto Maltese Pratt trasfuse,  qualche volta apertamente, il più delle volte con sapienti allusioni gran parte della conoscenze iniziatiche apprese durante la sua lunga militanza massonica. E proprio da quest'aura di mistero deriva il fascino irresistibile del personaggio, oggetto di un vero e proprio culto nell'ambito massonico francese.

Luca Raffaelli

Mare, colori, misteri leggiamo insieme la nuova avventura di Corto Maltese

C'è più di un motivo di questi tempi per festeggiare Corto Maltese. Primo: il suo esordio cinquant'anni fa con Una ballata del mare salato, pubblicata sul primo numero, uscito appunto a luglio, del mensile Sgt. Kirk. Il secondo: la data di nascita che Pratt decise per lui, quella del 10 luglio 1887, centotrent'anni fa. Il terzo: l'ottantesimo anniversario della nascita di Hugo Pratt che nacque (per caso) a Rimini il 15 giugno del 1927.

Ed è per celebrare queste tre ricorrenze che Repubblica rende omaggio al personaggio delle graphic novel all'italiana più celebre nel mondo, con un'iniziativa unica: da dopodomani (venerdì 4) al 13 agosto, pubblicheremo a puntate ogni giorno, sulle pagine del nostro giornale, un'avventura di Corto totalmente inedita qui in Italia. S'intitola Equatoria, è sceneggiata da Juan Díaz Canales e disegnata da Rubén Pellejero, entrambi spagnoli. Un'occasione da non perdere: da leggere, da collezionare.

E questa rinascita dell'eroe di Pratt nelle mani (sapienti) di altri autori conferma il suo appeal internazionale, cresciuto ancora in questi ultimi anni. Ed è un peccato che il suo creatore abbia potuto vedere in vita (è morto nel 1995, a 68 anni) solo i primi segnali di quella che ora è una vera consacrazione artistica.


In Francia, certo, tutto è stato più facile, e lo è anche ora. Chi si troverà alla Gare d'Austerlitz fino alla fine di ottobre potrà ammirare una grande mostra che ripercorre tutta la storia del marinaio, dalla Ballata fino a Equatoria, la seconda non firmata da Pratt ma da Pellejero e Canales. Parigi aveva già regalato due tributi al creatore di Corto: nel 1986 aprendo le porte del Gran Palais, nel 2011 addirittura quelle della Pinacothèque. In una lettera ai visitatori, incorniciata come un quadro, il direttore Marc Restellini spiegava come mai un fumettista potesse entrare a buon diritto nel tempo della pittura.

E noi in Italia? Questo anniversario è un'occasione per celebrare Corto anche qui. E non si tratta solo del cinquantenario del personaggio: Una ballata del mare salato viene ricordata non solo come il primo episodio in cui appare lui; ma anche come un graphic novel ante litteram. La passione di Florenzo Ivaldi, imprenditore genovese diventato mecenate dei fumettisti, lascia Pratt nella completa libertà di creare la sua avventura, che concluderà sempre a Genova, nel 1969, sul ventesimo numero della rivista.


Il fatto strano è che nello stesso anno altri romanzi a fumetti venivano pensati e realizzati in altrettante città italiane. A Roma Guido Buzzelli aveva terminato La rivolta dei racchi, primo pezzo di una trilogia recentemente ristampata da Coconino Press. Si racconta di un mondo diviso in due: da una parte i poveri e brutti, dall'altra i ricchi e i belli. E intanto a Bologna, quello che sarebbe diventato il professor Antonio Faeti, era allora un ventottenne al centro della vita culturale della città emiliana, ricca di gallerie, di mostre, di incontri che tra gli altri vedevano protagonisti Roberto Roversi e Gianni Celati. Affabulatore e pittore, Faeti nel 1967 racconta in stile Dottor Stranamore la storia delle bombe all'idrogeno cadute da un aereo statunitense in un villaggio andaluso. Palomares diviene un libro pubblicato dall'editore Sampietro: il primo a fumetti realizzato per essere venduto in libreria. Peccato (è una sua espressione) che Faeti poi abbia smesso di creare per dedicarsi all'insegnamento.

E intanto a Milano, sempre nel 1967, Guido Crepax (che da due anni pubblica Valentina su Linus) sta realizzando L'astronave pirata, il suo primo romanzo a fumetti, che sarebbe uscito per Rizzoli nell'aprile dell'anno successivo.

Ma la storia non è ancora finita: a Rho, vicino a Milano, ancora nel 1967, Dino Buzzati inaugura una pro- pria mostra di disegni alla Galleria Il Portichetto. Da quell'esperienza nasce l'idea del Poema a fumetti, pubblicato da Mondadori due anni dopo.


Proprio nel 1969 Una ballata del mare salato sarebbe stata completata da Hugo Pratt nel ventesimo numero del Sgt. Kirk. E sarebbe stata riproposta sul Corriere dei Piccoli nel 1971. Strano che un fumetto pensato per adulti finì su una rivista per ragazzini ma quello per il Corrierino fu un periodo d'oro, con fumetti di alta qualità con un linguaggi maturo.

E sempre per una rivista per adolescenti, ma in Francia, il personaggio Corto Maltese prende il volo. Pif Gadget tra l'aprile 1970 e lo stesso mese del 1973 pubblica ventuno episodi in cui il marinaio diventa davvero protagonista assoluto delle sue storie. «La Ballata era venuta particolarmente bene, e allora ho scelto tra i suoi personaggi quello più emblematico, che mi offriva maggiori possibilità», ha dichiarato Hugo Pratt. Parlava di Corto Maltese, ovviamente. Il big bang italiano del romanzo a fumetti aveva generato un intero universo: al centro un marinaio, avido di conoscenza e dallo sguardo profondo.


Ls Repubblica – 2 agosto 2017